Connect with us

Hi, what are you looking for?

- news, esclusive, approfondimenti e interviste su UFC, Bellator e tutte le MMA internazionali ed italiane

UFC

UFC Fight Island 5, le pagelle: Sandhagen regala spettacolo. Risorge Barboza

UFC – Continua il tour de force sulla Fight Island e continua anche il gioco di incastri che riguarda diverse categorie.

Nell’ultima Fight Night occhi puntati su tanti atleti sin dai prelims. A prendersi la scena però è stato Joaquin Buckley con un KO pazzesco ai danni di Impa Kasanganay. Uno spinning back kick effettuato con una gamba intrappolata che ha fatto saltare il banco e che si va ad inserire di prepotenza nella classifica dei migliori KO di sempre in UFC.

Nella main card invece è toccato a Ilia Topuria rovesciare tutti i pronostici con una prova di alto livello contro uno degli atleti più in forma dell’ultimo periodo: Youssef Zalal. Il marocchino era reduce da tre vittorie consecutive ottenute tutte nel 2020, ma è stato costretto a cedere il passo al suo avversario dopo essere stato completamente dominato a terra. Un Topuria che ha messo in pratica tutto il suo Jiu Jitsu stellare fallendo tuttavia diversi tentativi di strangolamento. Un controllo che comunque è bastato per convincere i giudici ad assegnargli la vittoria per decisione unanime. Voto 6.5 per Topuria. 4 per Zalal.

Nel match successivo sono serviti pochi minuti a Tom Aspinall per sbarazzarsi di Alan Baudot. Un KO nel primo round dalle sembianze di un tornado che ha scaraventato al suolo Baudot non lasciandogli scampo. Voto 6.5 per Aspinall. 3 (tendente al non classificabile) per Baudot.

Stesso modus operandi e stesso verdetto anche per Dricus Du Plessis contro Markus Perez. Esordio col botto per il sudafricano che ha steso il più navigato Perez con un colpo fulmineo nel primo round meritandosi il nostro 7 in pagella. Voto 3 (anche qui tendente al non classificabile) per un Perez reduce da tre sconfitte nelle ultime quattro uscite.

Prima dei due match clou della serata è toccato a Marcin Tybura e Ben Rothwell intrattenere tutti gli appassionati. Missione fallita, nel senso che i due colossi hanno dato vita ad uno spettacolo lento fatto di colpi sporadici e molti momenti di inattività. Nella monotonia totale a piazzare qualche sequenza più convincente è stato Tybura che si è portato a casa il match per decisione unanime e anche la nostra risicata sufficienza: voto 6 per lui. Non va più del 4.5 invece Big Ben Rothwell.

Ci si attendeva sicuramente di più anche da Edson Barboza vs Makwan Amirkhani. Tre round con qualche ottimo spunto, ma poi niente più. Di sicuro chi ha messo a segno più colpi è stato Barboza, il quale è andato anche vicino alla vittoria prima del limite con un knockdown nel secondo round. La paura di incappare in qualche altra sconfitta dopo gli ultimi risultati negativi però probabilmente ha frenato l’impeto del brasiliano, che si è limitato così ad amministrare l’incontro fino alla fine aggiudicandeselo con verdetto unanime. Voto 6.5 comunque per il redivivo Barboza. Voto 4 invece per un Amirkhani che ha tradito di molto le attese.

And now… the main event! Marlon Moraes e Cory Sandhagen si giocavano una chance per diventare il terzo incomodo nel prossimo duello per il titolo fra Petr Yan e Aljamain Sterling. A conquistare questo status è stato Sandhagen con un TKO destinato a rimanere nella storia.

Dopo una prima fase di studio nel primo round, il 28enne del Colorado ha sorpreso tutti con un fantasioso spinning wheel kick che ha mandato gambe all’aria Moraes. Un prodigio tecnico incredibile concluso da un’azione di ground and pound che ha costretto l’arbitro Marc Goddard allo stop. Voto 7.5 con tanto di didascalia “è arrivato in città un nuovo potenziale contendente al trono dei gallo” per Cory Sandhagen. Dietro la lavagna invece Moraes al quale non ci sentiamo comunque di dare meno di 5 perché fino al momento dell’atterramento se la stava giocando alla pari con il suo avversario.

Click to comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook

Ti potrebbe piacere

Storie di MMA

UFC – José Aldo è uno dei più grandi combattenti di tutti i tempi e quando deciderà di appendere i guantini al chiodo entrerà...

UFC

Mike Perry – UFC ha rilasciato un comunicato ufficiale in merito alla rissa in cui è stato coinvolto il peso welter Mike Perry. I...

Altre Promotion

Wanderlei Silva, chiamato anche “The Axe Murderer” (l’assassino con l’ascia), può essere considerato uno dei migliori pesi medi della storia delle MMA internazionali. Il...

Altre Promotion

Mike Tyson – Quando bisogna chiamare in causa qualcuno per fare un paragone in termini di brutalità il primo nome in cima alla lista...

Altre Promotion

Mike Tyson – Da qualche giorno gira sul web un video di Mike Tyson alle prese coi colpitori insieme all’Head Coach della Kings MMA...

Altre Promotion

Lethwei – Il Lethwei è una delle discipline più brutali e violente del mondo. L’arsenale a disposizione dei combattenti è illimitato e al tempo...

Video

Mike Tyson è in forma, lo ha dimostrato alle figure con il maestro della KingsMMA Rafael Cordeiro. View this post on Instagram Alpha! @miketyson...

UFC

Conor McGregor – Eravamo rimasti con il fighter irlandese bloccato in circostanze particolari in Corsica e invece adesso lo ritroviamo in una palestra a...

Altre Promotion

Mike Tyson è tornato per davvero. Dopo tante chiacchiere, filmati in cui mostrava la sua forma eccezionale , una parentesi da coach e speculazioni...

UFC

Adesanya – L’aura di imbattibile che aleggia sulla figura di alcuni guerrieri è un qualcosa che si fonda sulle tante battaglie combattute. Alcune di...

Altre Promotion

Brock Lesnar raccontato da Simone Altrocchi  2 Giugno, 2007. Los Angeles. Dynamite!! USA. La medaglia d’argento nel Judo di Atlanta 1996 Kim Min-soo viene...

Storie di MMA

UFC – Continuano gli aneddoti su Georges St-Pierre. L’ex fighter canadese ha rivelato giorni fa come, paradossalmente, non si sia mai divertito combattendo.  Del...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: