Connect with us

Hi, what are you looking for?

- news, esclusive, approfondimenti e interviste su UFC, Bellator e tutte le MMA internazionali ed italiane

UFC

UFC: quando Nate Diaz era pronto a picchiare tutto il team avversario al TUF (VIDEO)

UFC – Se il futuro di The Ultimate Fighter appare piuttosto incerto, il passato del reality targato UFC è costellato di momenti leggendari: come dimenticare la rissa tra Wanderlei Silva e Chael Sonnen, all’epoca nemico pubblico n.1 in Brasile? Potremmo anche menzionare i metodi poco ortodossi utilizzati da Diego Sanchez per perdere peso. Come dimenticare poi il match tra Forrest Griffin e Stephan Bonnar che salvò la UFC, all’epoca in gravi difficoltà economiche?

Tra le stagioni di maggior successo va sicuramente annoverata la numero 5. La competizione vide impegnati sedici pesi leggeri divisi in due squadre capitanate da Jens Pulver e BJ Penn. Gray Maynard, Matt Wiman, il super hardcore Joe Lauzon e il non proprio hardcore Andy Wang sono solo alcuni dei nomi usciti dall’edizione 2007. Ma se si condivide un qualsiasi spazio con Nate Diaz, è probabile che sia il californiano ad uscirne con i riflettori addosso.

Chiedete a Rob Emerson, che durante il secondo episodio ebbe la malaugurata idea di prendere di mira Diaz e il team Pulver lasciando scritte offensive sui muri della casa mentre Diaz e compagni erano ad allenarsi. Quello che doveva essere uno scherzo innocente rischiò di sfociare in una maxi rissa al ritorno del team Pulver. Chi avrebbe mai detto che gli aspiranti fighter della UFC potessero essere così permalosi?

Diaz si tolse la maglia, pronto a risolvere la situazione con la diplomazia tipica delle strade di Stockton, mentre Brandon Melendez si scontrò con Emerson a muso duro. Nel frattempo, l’altro futuro finalista Manny Gamburyan iniziava a mostrare segnali di surriscaldamento. Gamburyan minacciò addirittura di lasciare lo show prima di venire a più miti consigli con l’aiuto di Corey Hill.

Qui sotto trovate la civile discussione tra gentiluomini in versione completa.

Matt Wiman lo definì “A sad day for humans”. Forse siamo alieni.

TUF 5: Manny Gamburyan and Nate Diaz go ballistic

Manny Gamburyan and Nate Diaz go ballistic. #TUFMonth

Pubblicato da UFC Fight Pass su Venerdì 5 giugno 2020

Click to comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook

Ti potrebbe piacere

Storie di MMA

UFC – José Aldo è uno dei più grandi combattenti di tutti i tempi e quando deciderà di appendere i guantini al chiodo entrerà...

UFC

Mike Perry – UFC ha rilasciato un comunicato ufficiale in merito alla rissa in cui è stato coinvolto il peso welter Mike Perry. I...

Altre Promotion

Wanderlei Silva, chiamato anche “The Axe Murderer” (l’assassino con l’ascia), può essere considerato uno dei migliori pesi medi della storia delle MMA internazionali. Il...

Altre Promotion

Mike Tyson – Da qualche giorno gira sul web un video di Mike Tyson alle prese coi colpitori insieme all’Head Coach della Kings MMA...

Altre Promotion

Mike Tyson è tornato per davvero. Dopo tante chiacchiere, filmati in cui mostrava la sua forma eccezionale , una parentesi da coach e speculazioni...

Storie di MMA

UFC – Continuano gli aneddoti su Georges St-Pierre. L’ex fighter canadese ha rivelato giorni fa come, paradossalmente, non si sia mai divertito combattendo.  Del...

Altre Promotion

Brock Lesnar raccontato da Simone Altrocchi  2 Giugno, 2007. Los Angeles. Dynamite!! USA. La medaglia d’argento nel Judo di Atlanta 1996 Kim Min-soo viene...

UFC

One – Vitor Belfort pensa che sia tempo di cambiare. Il quarantatreenne, leggenda delle MMA, sta per avviarsi alla tappa finale della sua storica...

Storie di MMA

UFC – Il cliché che i fighters siano personaggi pericolosi sempre pronti a fare rissa è uno scotto da pagare per chi ama le...

Altre Promotion

Pride – Oggi si torna nell’ormai 2003, esattamente in un incontro che è entrato nella storia delle Mixed Martial Arts mondiali. Si parla del...

Altre Promotion

Mike Tyson – L’impossibile, a volte, può diventare possibile. Un mantra che negli sport da combattimento è sempre più attuale grazie ai sogni che...

Altre Promotion

WBC – Bridger Walker, bambino di 6 anni originario di Cheyenne, Wyoming (USA), è diventato l’eroe della sua comunità dopo aver difeso la sorellina...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: