Connect with us

Hi, what are you looking for?

- news, esclusive, approfondimenti e interviste su UFC, Bellator e tutte le MMA internazionali ed italiane
ufc vegas 10
ufc vegas 10

UFC

UFC Vegas 10, le pagelle: battaglia epica fra Waterson e Hill. Azaitar devastante

UFC – L’ottagono dell’UFC Apex di Las Vegas continua nel suo ruolo di silenzioso testimone della maratona di mixed martial arts avviata da Dana White e soci. Nel potpourrì di atleti impegnati negli ultimi mesi le storie si intrecciano fino quasi a interscambiarsi proponendo scenari sempre nuovi per tutti noi appassionati.

La maggior parte dei fighter presenti nella main card di UFC Vegas 10 così sono volti già visti di recente. Uno di questi è Billy Quarantillo che ha avuto l’onere di aprire i giochi insieme a Kyle Nelson. Un match gradevole con ritmi alti sin dal primo round e scambi pesanti da ambo le parti. A risolvere la questione nella terza ripresa è stato Quarantillo con una combo semplice ma allo stesso tempo efficace e che non passa mai di moda: jab-diretto. Un Ko fulmineo che è valso la vittoria per Quarantillo. Voto 7 in pagella per lui. 5.5 invece per Nelson.

Buona intensità anche nel match successivo fra Bobby Green e Alan Patrick. Quest’ultimo, dopo due anni di assenza dalle scene, si è presentato cercando subito di sorprendere il suo avversario con un primo round infuocato. Bobby Green però, al suo terzo match negli ultimi tre mesi, ha dimostrato di essere in un autentico stato di grazia. Dopo aver battuto Clay Guida e Lando Vannata è riuscito ad avere la meglio anche questa volta con una prova molto intelligente. Una concentrazione e un controllo in ogni singolo aspetto del combattimento che ha convinto i giudici a consegnargli la vittoria per decisione unanime. Voto 6.5 per Green. 5 per Patrick.

Saliamo nella card e ci troviamo di fronte all’ennesima dimostrazione che nelle MMA tutto può succedere. Mike Rodriguez infatti ha dominato in lungo e in largo i primi due round contro Ed Herman, poi però l’esperto fighter nativo dell’Oregon ha tirato fuori dal cilindro una kimura nella terza ripresa che non ha lasciato scampo al suo avversario. Voto 6 per Herman (salvato in extremis dall’insufficienza e dalla sconfitta dopo una prova disastrosa). Voto 5 per l’ingenuo Rodriguez.

Continuiamo la nostra analisi con la sfida fra Roxanne Modafferi e Andrea Lee, il classico matchup generazionale fra atleta esperta e giovane prospect. Ne è venuto fuori un incontro equilibrato sia nei contenuti espressi, sia nelle statistiche. Alla fine a prevalere è stata la Modafferi grazie ad un maggior controllo nelle fasi lottatorie. Per noi invece il giudizio è uguale per entrambe: voto 6.

Siamo arrivati così agli ultimi due match. Il co-main event si è risolto in un lampo visto che lo scatenato Ottman Azaitar si è abbattuto con una tempesta di colpi sul malcapitato Khama Worthy dopo appena 1’33” tenendo così fede al suo nickname: “bulldozer”. Tredicesima vittoria in carriera, la decima al primo round, per l’imbattuto Azaitar che si becca un più che meritato 7.5 in pagella con tanto di alert per tutti i contender nella sua categoria. Non pervenuto Whorty che non va oltre il 3.

Se il co-main event è stato breve, il main event è stato invece un lungo cammino mano nella mano verso il sentiero della sofferenza. Michelle Waterson e Angela Hill hanno dato vita infatti a cinque round al cardiopalma contraddistinti da una montagna russa d’emozioni e continui capovolgimenti di fronte. Dopo un iniziale predominio territoriale della Hill nelle prime due riprese, la Waterson è riuscita a colmare il gap riequilibrando l’incontro nel terzo e nel quarto round. Il preludio per un finale molto combattuto nel quale i giudici hanno premiato la Waterson. Un verdetto di split decision che farà discutere e che creerà inevitabilmente due fazioni. Non per noi invece che siamo chiamati a dare più che altro un giudizio sulla prestazione e che quindi possiamo dare tranquillamente un bell’8 a entrambe.

2 Comments

2 Comments

  1. Pingback: La triste storia di Navid Afkari, il wrestler iraniano giustiziato in prigione

  2. Pingback: UFC 253, le pagelle: lezione di Adesanya a Costa. Blachowicz è campione

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook

Ti potrebbe piacere

Storie di MMA

UFC – José Aldo è uno dei più grandi combattenti di tutti i tempi e quando deciderà di appendere i guantini al chiodo entrerà...

UFC

Mike Perry – UFC ha rilasciato un comunicato ufficiale in merito alla rissa in cui è stato coinvolto il peso welter Mike Perry. I...

Altre Promotion

Wanderlei Silva, chiamato anche “The Axe Murderer” (l’assassino con l’ascia), può essere considerato uno dei migliori pesi medi della storia delle MMA internazionali. Il...

Altre Promotion

Mike Tyson – Quando bisogna chiamare in causa qualcuno per fare un paragone in termini di brutalità il primo nome in cima alla lista...

Altre Promotion

Mike Tyson – Da qualche giorno gira sul web un video di Mike Tyson alle prese coi colpitori insieme all’Head Coach della Kings MMA...

Altre Promotion

Lethwei – Il Lethwei è una delle discipline più brutali e violente del mondo. L’arsenale a disposizione dei combattenti è illimitato e al tempo...

Video

Mike Tyson è in forma, lo ha dimostrato alle figure con il maestro della KingsMMA Rafael Cordeiro. View this post on Instagram Alpha! @miketyson...

Altre Promotion

Mike Tyson è tornato per davvero. Dopo tante chiacchiere, filmati in cui mostrava la sua forma eccezionale , una parentesi da coach e speculazioni...

UFC

Adesanya – L’aura di imbattibile che aleggia sulla figura di alcuni guerrieri è un qualcosa che si fonda sulle tante battaglie combattute. Alcune di...

Altre Promotion

Brock Lesnar raccontato da Simone Altrocchi  2 Giugno, 2007. Los Angeles. Dynamite!! USA. La medaglia d’argento nel Judo di Atlanta 1996 Kim Min-soo viene...

Storie di MMA

UFC – Continuano gli aneddoti su Georges St-Pierre. L’ex fighter canadese ha rivelato giorni fa come, paradossalmente, non si sia mai divertito combattendo.  Del...

UFC

One – Vitor Belfort pensa che sia tempo di cambiare. Il quarantatreenne, leggenda delle MMA, sta per avviarsi alla tappa finale della sua storica...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: