Connect with us

Hi, what are you looking for?

Storie di MMA

Quando un 18enne José Aldo distruggeva gli avversari coi soccer kick (video)

José Aldo è uno dei più grandi combattenti di tutti i tempi e quando deciderà di appendere i guantini al chiodo entrerà di diritto nella Hall of Fame UFC.

Durante la sua incredibile carriera ha battuto i lottatori più forti della sua epoca. Fra le sue vittime più illustri ci sono per esempio Frankie Edgar (sconfitto due volte), Urijah Faber, Chan Sung Jung, Cub Swanson, Chad Mendes (sconfitto due volte), Ricardo Lamas, Mark Hominick, Kenny Florian, Jeremy Stephens e Renato Moicano.

Un campione pazzesco che ha rappresentato per anni la storia della categoria dei pesi piuma UFC di cui è stato campione in ben due occasioni. Nel corso del suo primo regno, protrattosi dal 2010 al 2015, ha collezionato nove difese titolate prima di essere detronizzato da Conor McGregor, ad oggi l’autentica criptonite nella carriera dell’asso brasiliano. Perché ci sono state altre sconfitte, è vero, ma l’irlandese è stato l’unico ad entrare nella testa di Aldo in maniera così roboante.

Per diventare uno dei lottatori più famosi al mondo il piccolo José è dovuto partire da molto lontano, ovvero da un’infanzia fatta di rinunce e povertà. Un percorso in salita dal quale è riuscito ad emergere grazie soprattutto alle vittorie ottenute da giovanissimo nei circuiti di Valetudo. Un mondo a sé dove la violenza estrema di quei combattimenti è servita per gettare le basi della disciplina moderna che oggi tutti conosciamo e apprezziamo.

Ed è proprio da quegli anni selvaggi che vi mostriamo alcuni video di un José Aldo 18enne agli inizi della carriera. Una sorta di demone in pantaloncini che si scaraventava sugli avversari a suon di “Soccer Kick” (ndr. calci alla testa che, in quegli anni, erano ancora permessi in diversi circuiti, soprattutto in Brasile).

Una brutalità estrema che lo ha fatto diventare ben presto “Scarface”, uno dei lottatori più temuti del pianeta. Un autentico spauracchio per tutti gli avversari, e non solo per quel viso da cattivo dei film con tanto di cicatrice sul volto (frutto di un incidente domestico quando era piccolo), ma anche e soprattutto per la sua incredibile ferocia.

5 Comments

5 Comments

  1. Pingback: UFC 251, José Aldo: "Yan? Lo manderò KO, vincerò in bello stile"

  2. Pingback: UFC, Figueiredo è il nuovo re dei mosca. Hermansson beffa Gastelum

  3. Pingback: UFC, chi è Deiveson Figueiredo? Conosciamo il Re dei flyweight (VIDEO)

  4. Pingback: UFC 265, le pagelle: Gane è un cyborg. José Aldo is back!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe piacere

UFC

Tensione, grinta, spesso pura follia. I faceoffs sono uno dei momenti più attesi in vista dei match. Alcuni ne hanno fatto un marchio di...

UFC

Henry Cejudo, appena ritirato, sentì già vociferare di un suo eventuale ritorno, ma ora sembra ci sia di più. L'obbiettivo è il terzo titolo.

Focus

La carriera di Conor McGregor in UFC può essere sintetizzata principalmente in tre capitoli. Il primo, quello del suo approdo nella promotion e della...

UFC

A quanto pare Kamaru Usman, tre settimane prima del main event di UFC 268 al Madison square Garden di New York, si sarebbe rotto...

UFC

Colby Covington apre ad un match con il prospect Khamzat Chimaev, incolpa i giornalisti per averlo ingigantito e vorrebbe fermarlo.

UFC

Il mondo del web è un ginepraio di contenuti dove a fare da contraltare all’informazione autentica o ad altri servizi utili, vi sono una...

UFC

José Aldo non ha apprezzato la non professionalità di Paulo Costa in occasione del match del 23 ottobre contro Marvin Vettori.

UFC

Il contender dei pesi massimi leggeri UFC, il ceco Jiří Procházka, ancora una volta sorprende il mondo delle MMA rivelando che i 2 fighters...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: