Connect with us

Hi, what are you looking for?

Speciali

UFC 259: The Good, The Bad and The Ugly

ufc 259

Con ancora negli occhi le immagini di quanto successo a UFC 259 è arrivato il momento di analizzare a mente fredda tre situazioni che rientrano di diritto nella nostra rubrica denominata “The Good, The Bad and The Ugly”.

Il nome non è casuale, perché contrariamente a quanto facciamo con le pagelle, in questo format andiamo a selezionare i momenti migliori, i più cattivi (sportivamente parlando) e i più brutti dell’ultima card.

E allora siete pronti? Partiamo!

THE GOOD – Il controllo a terra di Jan Blachowicz e Islam Makhachev

Lottare a terra è un’arte soave. Farlo riuscendo a dominare in un contesto come le MMA è, al giorno d’oggi, un elemento sempre più fondamentale. Jan Blachowicz e Islam Makhachev lo hanno dimostrato riuscendo a vincere i rispettivi incontri. Le qualità del daghestano le conoscevamo. Gli anni trascorsi sotto la guida del leggendario Abdulmanap Nurmagomedov e a lottare fianco a fianco con Khabib hanno dato a questo ragazzo tutte le skills per essere una seria minaccia nei pesi leggeri. La categoria, lo sappiamo, è pregna di talenti, ma Makhachev con le sue caratteristiche può rappresentare davvero un problema per i top contender. Fronte lotta a terra decisivo anche per Jan Blachowicz che è riuscito a sconfiggere Israel Adesanya spostando di livello il match dal quarto round in poi. Una volta portato l’avversario al suolo infatti il polacco è riuscito a convincere in maniera decisiva i giudici mantenendo la posizione e mettendo pressione. Una ricetta vincente che gli ha permesso di conservare il titolo. Chapeau per entrambi.

THE BAD – Amanda Nunes, la “cattiva” dal cuore tenero

Diciamolo chiaramente: ritrovarsi di fronte Amanda Nunes in un ottagono non deve essere un’esperienza delle più rilassanti. Quando la leonessa attacca d’altronde c’è veramente poco da fare e la striscia impressionante di avversarie cadute sotto i suoi colpi sono lì a testimoniarlo, così come la ferocia che trasuda dal suo sguardo. Eppure anche i “cattivi” (sempre sportivamente parlando) possono rivelare un lato umano. Subito dopo la mattanza inflitta a Megan Anderson infatti la Nunes ha festeggiato la vittoria con la compagna Nina Ansaroff e la loro figlia. Come a dire: cattiva sì, ma solo quando si combatte.

THE UGLY – Petr Yan e il suo allegro angolo

Di brutto in una card come UFC 259 oggettivamente c’è poco. Fortunatamente (o sfortunatamente) ci hanno pensato Petr Yan e i suoi coach a darci del materiale per questa rubrica. Il russo ha perso in un sol colpo incontro e cintura dei pesi gallo UFC per colpa di una ginocchiata illegale scagliata a Aljamain Sterling quando sembrava essere in pieno controllo della sfida. Una manovra suggerita, a quanto pare, dagli uomini al suo angolo, i quali sono rimasti sbigottiti al momento dell’interruzione. Non quanto noi però, o quanto il povero Sterling che, alla fine della contesa, ha ondeggiato in un sottile e surreale limbo fra il trauma cranico, la delusione per aver vinto il titolo in quel modo e la felicità per essere il nuovo campione. Decisamente tutto molto brutto.

1 Comment

1 Comment

  1. Pingback: Il coach Marcos da Matta spiega il motivo della ginocchiata di Petr Yan

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe piacere

UFC

La carrira di Kelvin Gastelum è sempre stata altalenante. Un talento immenso ingabbiato in un corpo e in una mente spesso fragili. Eppure una...

UFC

UFC - Il wrestler di calibro olimpico Daniel Cormier ha invitato Holland all'AKA per riparare alcuni dei buchi più evidenti nel suo gameplan.

UFC

Tony Ferguson è tornato a farsi notare in casa UFC, parlando di sè come di un uomo cresciuto e pronto per tornare a vincere....

UFC

Primo campione australiano nella storia UFC. 22 vittorie complessive nelle MMA (di cui 14 prima del limite) in 27 incontri. Per anni un autentico...

UFC

Come vi avevamo raccontato noi di TuttoMMA, le complicazioni post COVID-19 hanno messo a repentaglio la carriera di Khamzat Chimaev, costringendolo a ritirarsi dal...

UFC

Dopo l’ultimo evento di Las Vegas, UFC ha rilasciato come di consueto gli aggiornamenti dei ranking di categoria. Il balzo più importante per ciò...

UFC

Per raggiungere risultati importanti è fondamentale lavorare sodo e dedicarsi anima e corpo in quello che si sta facendo. Un mantra che ha accompagnato...

UFC

Il 24 aprile andrà in scena UFC 261. Una card stratosferica, che vedrà in particolare la cinese Weili Zhang mettere in palio il suo...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: