Connect with us

Hi, what are you looking for?

- news, esclusive, approfondimenti e interviste su UFC, Bellator e tutte le MMA internazionali ed italiane
UFC 253 official banner
UFC 253 official banner

UFC

UFC 253, tutte le info: preview, orario e dove vederla (VIDEO DEL FACE OFF)

UFC – Finalmente ci siamo. Israel Adesanya e Paulo Costa si sono inseguiti e lasciati per mesi e mesi, come Jan Blachowicz e Dominick Reyes hanno inseguito la cintura di Jon Jones. Scopriremo tutto questa notte a UFC 253.

L’evento, nonostante la location di Fight Island, purtroppo non avrà un orario favorevole a noi europei (ci rifaremo, per una volta). I prelims di Fight Pass partiranno all’una e la card preliminare alle 2:00 della notte tra sabato 26 e domenica 27 settembre e saranno visibili su UFC Fight Pass. La main card partirà alle 4:00 su DAZN con commento in italiano di Alex Dandi.

Israel Adesanya e Paulo Costa si sono a lungo sedotti e abbandonati, per poi ritrovarsi mesi dopo. Si sapeva che lo sfidante sarebbe stato Costa, fin dalla magica sera del 5 ottobre in cui il fenomeno neozelandese strappò la cintura a Robert Whittaker, per poi sfidare il brasiliano a bordo gabbia. Ci è voluto molto per arrivare qui. C’è stato l’infortunio al bicipite di Costa che ha costretto la UFC a organizzare il match titolato tra Izzy e Yoel Romero a UFC 248 (scusate se ve lo riportiamo alla mente). Prima e dopo, varie dispute contrattuali hanno ritardato la resa dei conti. In gioco c’è molto più del titolo: entrambi metteranno in palio l’imbattibilità, ma c’è altro. Una vittoria consacrerebbe Adesanya come “Faccia della UFC”, ammesso che non lo sia già, ma una sconfitta potrebbe ridimensionarlo pesantemente. Vincendo, Costa dovrà dimostrare di essere molto più di un atletone prestato alle MMA, ma una sconfitta potrebbe convincerlo a salire nei massimi leggeri. Il brasiliano, comunque, non ha mai mancato il peso in UFC, perciò il beneficio del dubbio gli va concesso finché non succederà. Ciliegina su questa torta così attesa, il genuino disprezzo che sembra esserci tra i due.

La saga di Jon Jones è stata una delle migliori storie di questo folle 2020 in UFC. Prima la difesa del titolo per il rotto della cuffia contro Reyes, poi i violenti scontri con Dana White in cerca di più soldi, le buone azioni per la comunità e infine il passaggio definitivo nei pesi massimi. Ora, c’è in palio la sua eredità. Per la prima volta dal 2011, il campione dei pesi massimi leggeri non si chiamerà Jon Jones o Daniel Cormier. Nel momento in cui Jones ha reso vacante la cintura, si sapeva che Jan Blachowicz e Dominick Reyes, forse l’uomo che è andato più vicino a battere Jones, si sarebbero affrontati per il titolo. Niente matchmaking cervellotico, anzi, lannuncio è stato pressoché immediato (ti vogliamo bene, Aljamain Sterling). Reyes si è fatto strada a suon di finalizzazioni guadagnandosi la chance titolata contro Jones, perdendo un match che agli occhi di molti aveva vinto. Dopo tante discussioni su un possibile rematch ora avrà un’altra meritatissima chance. Blachowicz non è di certo arrivato qui chiedendo per favore: dopo un inizio complicato in UFC, il polacco ha dato spettacolo con due KO negli ultimi 3 incontri. L’ultimo, pesantissimo, contro Corey Anderson. Il suo segreto? Beh, ecco...

Nel terzo match della main card, spazio ai pesi mosca. Il compagno di team di Adesanya, Kai Kara – France, vuole imporsi una volta per tutte come un contender nella divisione. Record di 4-1 in UFC per lui, ma nessuna finalizzazione. Nei flyweight le finalizzazioni sono molto rare, ma quelle poche possono fare la differenza. Contro di lui Brandon Royval, che ha fatto tanta gavetta in LFA e ha debuttato alla grande in UFC contro Tim Elliott. Proprio questo match, con tanto di finalizzazione, gli ha fruttato 50.000 dollari di bonus per il “Fight Of The Night”, permettendogli di lasciare il suo durissimo lavoro in una prigione minorile e allenarsi a tempo pieno.

Passiamo alle 135 libbre femminili. Sijara “Khamzat Chimaev” Eubanks ha combattuto il 12 settembre ma tornerà in azione già stasera con l’inerzia dalla sua, dopo due vittorie di fila. Contro di lei Ketlen Vieira, che ha costruito un record di 10 – 0 prima di cadere vittima del pesante KO che ha proiettato Irene Aldana al match da main event contro Holly Holm del 3 ottobre. La differenza fisica sarà importante, con i 162 cm di Eubanks contro i 175 di Vieira, che preferisce combattere a terra ma ha fatto male ad Aldana con il suo striking, prima di capitolare. Entrambe amano combattere a corta distanza, quindi non fatevi ingannare dal record di 6 – 4 di Eubanks perché tutto può succedere.

Infine, andiamo nei pesi piuma maschili per l’incontro che aprirà la main card. Da un po’ non vedevamo l’eccitante Hakeem Dawodu, che ha silenziosamente messo in fila 4 vittorie e infatti si è guadagnato un test più duro contro Zubaira Tukhugov, atteso al salto di qualità.

Un paio di nomi della card preliminare sono da mettere in evidenza. Diego Sanchez vede il ritiro all’orizzonte, ma non ha certo voglia di cercare match facili. Dopo la vittoria (con l’asterisco) contro Michel Pereira, Sanchez se la vedrà con Jake Matthews, in possesso di vittorie di qualità come Li Jiangliang e Emil Meek a febbraio. L’ultimo nome su cui vogliamo spendere due parole è William Knight, un muscolosissimo peso massimo leggero passato due volte dalla Contender Series. L’ultima volta, il primo di settembre, ha portato a casa il contratto con una bellissima vittoria ai danni di Cody Brundage, marito di Amanda Cooper. Non sarà un esordio facile, contro il promettente Aleksa Camur (6 – 0).

Ricordiamo: early prelims in diretta dall’una su UFC Fight Pass, main card in diretta dalle 4 su DAZN!

Nell’attesa, godiamoci il video dei face off.

Click to comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook

Ti potrebbe piacere

Storie di MMA

UFC – José Aldo è uno dei più grandi combattenti di tutti i tempi e quando deciderà di appendere i guantini al chiodo entrerà...

UFC

Mike Perry – UFC ha rilasciato un comunicato ufficiale in merito alla rissa in cui è stato coinvolto il peso welter Mike Perry. I...

Altre Promotion

Wanderlei Silva, chiamato anche “The Axe Murderer” (l’assassino con l’ascia), può essere considerato uno dei migliori pesi medi della storia delle MMA internazionali. Il...

Altre Promotion

Mike Tyson – Quando bisogna chiamare in causa qualcuno per fare un paragone in termini di brutalità il primo nome in cima alla lista...

Altre Promotion

Mike Tyson – Da qualche giorno gira sul web un video di Mike Tyson alle prese coi colpitori insieme all’Head Coach della Kings MMA...

Altre Promotion

Lethwei – Il Lethwei è una delle discipline più brutali e violente del mondo. L’arsenale a disposizione dei combattenti è illimitato e al tempo...

Video

Mike Tyson è in forma, lo ha dimostrato alle figure con il maestro della KingsMMA Rafael Cordeiro. View this post on Instagram Alpha! @miketyson...

UFC

Conor McGregor – Eravamo rimasti con il fighter irlandese bloccato in circostanze particolari in Corsica e invece adesso lo ritroviamo in una palestra a...

UFC

UFC – La notizia del ritorno del reality The Ultimate Fighter ci ha portato alla mente una carrellata lunghissima di flashback delle stagioni passate....

UFC

UFC – Ci sono eventi destinati a rimanere nella storia. Il match fra Khabib Nurmagomedov e Justin Gaethje andato in scena il 24 ottobre...

UFC

UFC – Chute Boxe: un songo per alcuni, un incubo per altri. Tra gli “altri”, però, ci sono spesso e volentieri proprio gli stessi...

Altre Promotion

Mike Tyson è tornato per davvero. Dopo tante chiacchiere, filmati in cui mostrava la sua forma eccezionale , una parentesi da coach e speculazioni...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: